Dicembre 2012

Con decrteto DPC/VOL/86009 del 27/12/2012 questo gruppo di Protezione Civile è stato regolarmente iscritrto negli elenchi delle Organizzazioni di Volontariato del Dipartimento della Protezione Civile come da DPR 194/2001.

Link alla comunicazione di assegnazione.

17 dicembre 2012

Si è finalmente concluso l'itrer amministrativo che ha permesso al gruppo di ottenere il diritto individuale d'uso di frequenze per l'installazione e l'esercizio di un collegamento in ponte radio; questa procedeura, iniziata a Febbraio 2012, ha visto la sua conclusione in data 17/12/2012 dove con comunicazione prot. DGSCER nr. 96691 (Ministero dello Sviluppo Economico) ci è stata concessa a titolo gratuito l'ultilizzo di una frequenza radio privata. 

Alla data odierna l'impianto è composto da una stazione fissa, una stazione ripetitrice, 4 radio portatili e 7 radio veicolari installate su altrettanti mezzi.

Link alla lettera di assegnazione.

14 novembre 2012

E' stato firmato il protocollo d'intesa tra il Comune di Faloppio e l'Unione per l'utilizzo, da parte della Protezione Civile, del capannone di Via Manzoni civ. 8 in Faloppio come magazzino unico.

Ecco che da oggi il gruppo dispone di una sede logistico / operativa idonea alle proprie esigenze.

I lavori di ristrutturazione e di sistemazione sono iniziati da parecchio tempo; la maggior parte degli automezzi e delle attrezature sono già ricoverate nel nuovo stabile, aumentando considerevolmente la pontenzialità operativa del gruppo ma anche di ogni singolo volontario.

Le opere di sistemazione sono principalmenete giunte dai volontari ed a loro va un grosso ringraziamento.

Nel prossimo futuro saranno effettuati lavori strutturali che andranno a migliorare lo stabile rendendolo maggiormente fruibile.

Link al testo del regolamento.

Link all'articolo apparso sulla stampa.

15 ottobre 2012

Una squadra di volontari, alle ore 16:30 circa, è intervenuta nel Comune di Ronago nel parcheggio antistante la ditta Ambrosoli, per il taglio di un albero caduto al suolo a causa del forte vento.

In posto anche una squadra di Vigili del Fuioco del Comando Provinciale di Como.

Link all'articolo apparso sulla stampa.

29 settembre 2012

15 volontari e 5 automezzi impegnati in una giuornata di manutenziaone del "territorio"; dalle ore 08:30 alle ore 18:00 sono stati effettuati svariati tagli di piante che pericolosamente poggiavano sulle linee elettriche dei vari comuni aderenti a Terre di Frontiera ovvero ritenute pericolose per l'icolumità pubblica in quanto pendenti sul sedime stradale.

L'opera eseguita rientra nel piano di tutela del territorio che questa Protezione Civile porta avanti in collaborazione con la Polizia Locale e gli UfficiTecnici Comunali. 

L'opera è stata eseguita con grande professionalità e ha ricondotto a ottimi risultati, da un lato sgravando da oneri maggiori i Comuni e dall'altro - quello più importante - aumentando la sicurezza per i cittadini: si sono eliminati possibili problemi!

Ecco che in questo caso l'opera di prevenzione, compito affidato sicuramente alla Protezione Civile, ha portato i suoi frutti.

 

Link alle fotografie

23 settembre 2012

In data 23 settembre 2012, alcuni Volontari sono stati “protagonisti” in una performance di simulazione di ricerca in superficie associata ad una esercitazione antincendio boschivo sul monte di San Primo, sopra Erba: un centinaio di volontari della Protezione Civile di Erba Laghi, l’Unità da Soccorso cinofila di Vedano Olona e di Terre di Frontiera e l’elicottero per gli incendi boschivi si sono uniti per una giornata intera, all’insegna della solidarietà e della collaborazione, per condividere le esperienze di simulazione e farne bagaglio per eventuali occasioni reali a venire. I volontari AIB hanno operato con l’utilizzo dell’elicottero che ha trasportato in quota gli stessi volontari, acqua e moduli AIB, dove le squadre si sono prodigate con successo nella gestione di un incendio. In contemporanea i volontari appiedati e i volontari cinofili operativi si sono organizzati in quattro squadre per la battuta di ricerca. Grazie all’ausilio di programmi cartografici e dei GPS, la zona prefissata alla ricerca è stata divisa nei diversi settori assegnati ai quattro equipaggi. La zona era molto vasta, fino a 32 ettari a settore, impervia, scoscesa, compresa tra 1000 e 1300m di quota, ricca di dirupi, di terreni difficili, insomma come può accadere in una ricerca reale. Tutta l’area è stata bonificata, palmo a palmo, come poi abbiamo constatato scaricando su pc le diverse tracce registrate dai GPS; i due figuranti dispersi sono stati trovati. Estenuati, ma soddisfatti, tutti i volontari hanno concluso le operazioni rientrando alla base per confrontarsi in un debreefing conclusivo.

Download delle tracce lasciate dai GPS dei cinofili durante la ricerca persone.
tracce GPS cinofili.pdf
Documento Adobe Acrobat 208.3 KB
I cinofili e l'elicottero AIB
I cinofili e l'elicottero AIB
Foto di gruppo dei cinofili Terre di frontiera/Vedano Olona
Foto di gruppo dei cinofili Terre di frontiera/Vedano Olona

14 settembre 2012

Alcuni volontari in data 14 e 15 settembre 2012 hanno partecipato a una serie di incontri dal tema:

- il  ruolo dello psicologo nel supporto emotivo ai soccorritori

- soccorrere i soccorritori

Il corso in questiuone è stato organizzato da ASL provincia di Como e si è tenuto a Inverigo (CO).

Nell'area download si potrà scaricare il materiale didattico rilascita ai partecipanti.

Link area download

23 agosto 2012

Un albero di grosso fusto abbattuto dal vento finisce sui cavi della corrente elettrica e della linea telefonica, intervento della Protezione Civile “Terre di frontiera” per la messa in sicurezza dell’area e la rimozione dell’albero.

La segnalazione è pervenuta alla Polizia Locale, poi deviata alla Protezione Civile, nelle prime ore mattutine del 23/08/2012.

Alcuni volontari hanno lavorato per alcune ore tagliando a piccoli pezzi il troco principale (circa 20mt.) e le sue diramazioni, liberando in questo modo la cima dell’albero che poggiava sui cavi elettrici.

Un’altra anomalia riscontrata nelle vicinanza ho richiesto l’ausilio dei Vigili del Fuoco che, giunti in posto con l’autoscala aerea, hanno “sbroccato” la cima di una pianta che pericolosamente pendeva a strapiombo sulla strada.

 

Link all'articolo apparso sulla stampa.

 

Link alle fotografie.

22 agosto 2012

Conclusa positivamente la ricerca persona iniziata nella notte di martedì 21 agosto. La persona, ritrovata in tarda mattinata odierna in discrete condizioni di salute, è un anziano di 80 anni che si era allontanato a piedi dalla Casa di Cura “Villa San Giuseppe” sita nel Comune di Anzano del Parco dove era ricoverato dal giorno 20/08/2012.

L’attivazione, pervenuta tramite il servizio Provinciale di Protezione Civile, è stata inoltrata dalla Stazione Carabinieri di Lurago D’Erba, competente territorialmente.

Questa Protezione Civile inviava in data 21/08/2012 una squadra di cinofili supportata da personale appiedato, dove, già dalle ore 21:30, effettuavano le prime perlustrazioni di ricerca concluse negativamente alle ore 23:30 circa.

In mattinata alle ore 06:30 una seconda squadra era a disposizione del coordinamento delle ricerche, che si sono protratte sino al ritrovamento dell’individuo.

 

Di seguito uno stralcio mappa del luogo del ritrovamento con la traccia GPS della ricerca e alcune foto della fase emergenziale.

Leggi l'articolo apparso sul quotidiano "La Proivincia di Como" del 23/08/2012: 

http://www.laprovinciadicomo.it/videos/Video/21462/

 

21 agosto 2013

Altro intervento AIB per la Protezione Civile “Terre di frontiera”; nella mattinata del 21/08/2012 una squadra di volontari, attivata da una pattuglia della Polizia Locale dell’ente, si è recata in Via Stallone nel Comune di Ronago per porre fine ad un incendio divampato ai piedi di una collinetta situata a bordo strada.

Il tempestivo intervento dei volontari ha impedito il divampare delle fiamme che avrebbero potuto intaccare la zona a prato sovrastante l’incendio, già colpita nel mese di marzo di quest’anno dove, nell’occasione, furono bruciati circa 1000 metri quadrati di parto.

20 agosto 2012

Una squadra della Protezione Civile di “Terre di frontiera” è intervenuta il giorno 20/08/2012, dalle 15:30 alle 18:30, in Uggiate Trevano Via Ronago, per prestare supporto ai Vigili del Fuoco che si stavano adoperando per lo spegnimento di un incendio che ha totalmente distrutto un capanno adibito a ricovero attrezzi posizionato a lato di un’abitazione privata.

Sul luogo dell’intervento, oltre all’automezzo dotato di modulo AIB, i Vigili del Fuoco del Comando di Como e del distaccamento di Appiano Gentile, la Polizia Locale “Terre di frontiera” e la Polizia di Stato sezione di frontiera.

La stima dei danni è risultata ingente infatti, oltre alla struttura totalmente danneggiata, sono andati letteralmente in “fumo” tutte le attrezzature ricoverate all’interno dello stabile, tra cui una sega circolare, un decespugliatore, una cariola cingolata e altri attrezzi da giardinaggio.

Le opere di spegnimento sono state particolarmente difficoltose anche perché all’interno del capanno bruciato vi erano due bombole di gas che con il calore sono esplose.

L’intervento della Protezione Civile è stato particolarmente utile in quanto, una volta terminate le opere di spegnimento da parte dei VV.F, i volontari sono stati impegnati per diverse ore in opere di bonifica dell’area interessata; in effetti il prodursi dell’incendio ha interessato decine di metri quadrati di area verde presente nelle vicinanze.

 

Link alle foto.

7,8,9 luglio2012

Nei giorni 7/8/9 luglio 2012, a causa di un guasto all'impianto di approvvigionamento idrico che pompa l'acqua dalla Val Mulini al bacino di raccolta di Ronago, i Volontari del Gruppo di Protezione Civile "Terre di frontiera", supportati dell'ente Provincia di Como, hanno svolto un formidabile lavoro per sopperire alle esigenze idriche del Paese.

In occasione di tale calamità sono state impiegate le autobotti del Gruppo di Protezione Civile di Cantù (4.000 lt), dei Volontari del Lario (14.000 lt), e l'autobotte dei Vigili del Fuoco (8.000 lt).

Il C.O.M., allestito in Via Serafino, ha saputo, fin dai primi istanti, gestire al meglio e con grande professionalità l’emergenza in atto, senza mai far mancare nulla alla popolazione.

Ancora una volta la “grande macchina” della Protezione Civile ha dimostrato che insieme si può fare la differenza affrontando le difficoltà che ogni giorno possono sorgere.

Per tradurre il grande lavoro svolto in cifre, basta semplicemente dire che in poco meno di 72 ore sono stati pompati nel bacino di raccolta circa 315.000 litri di acqua potabile.

 Di seguito la relazione sull'attività svolta.

Relazione attività
relazione.pdf
Documento Adobe Acrobat 452.0 KB

02 luglio 2012:

 

Regione Lombardia ha organizzato una giornata informativa dal tema: “D.lgs. 81/2008 e D.l. 13/04/2011. Corso di formazione per legali rappresentanti in materia di sicurezza nelle Organizzazioni di volontariato di Protezione civile”, tenutosi sabato 19 maggio 2012 dalle ore 13:00 alle ore 16:00 presso la Sala dei 500 di Palazzo Lombardia in Piazza Città di Lombardia 1 a Milano.

A questo incontro ha partecipato il responsabile del Servizio di Protezione Civile dell’Ente.

Nell’area download, sezione Regionale, una serie di allegati riguardanti la sicurezza nei luoghi di lavoro, meglio rappresentata nel D.lgs. 81/2008 e nel D.l. 13/04/2011.

Link agli allegati.

26 giugno 2012

E' pervenuta comunicazione che il Sistema per la Risposta alle Emergenze di ARPA Lombardia si avvarrà delle competenze della Sala Operativa della Protezione Civile di Regione Lombardia.

Infatti dal prossimo 2 luglio il nuovo numero di telefono a cui segnalare le emergenze ambientali sarà:

800.061.160

dove risponderà la Sala operativa della Protezione Civile e non più il centralino della Sede centrale di ARPA Lombardia.

Nell'ottica di una sempre maggiore e migliore collaborazione con gli Enti istituzionali potenzialmente coinvolti nella gestione delle emergenze, ARPA Lombardia ha redatto il documento allegato:

"Linee guida per la segnalazione delle emergenze ambientali".

Tale documento, non avendo pretesa di esaustività è continuamente aggiornabile e migliorabile sulla base delle comuni esperienze, costituisce un primo punto di riferimento per le Istituzioni  e offre l'occasione per chiarire le competenze di ARPA su questo tema, le modalità di segnalazione e attivazione di intervento in caso di emergenza.

 

Per maggiori informazioni visitare il sito web www.arpalombardia.it

 

Comunicato.pdf
Documento Adobe Acrobat 40.4 KB
ARPA Linee guida emergenze ambientali.pd
Documento Adobe Acrobat 581.0 KB

25 giugno 2012

Eupolis Lombardia ha organizzato due giornate formative atte a promuovere le competenze di protezione civile all’interno delle scuole materne / elementari e medie inferiori / superiori.

Il corso si è tenuto in due giornate, 23 e 24 giugno, presso Villa Gallia sede delle Provincia di Como.

A questa iniziativa ha partecipato la Volontaria Alessandra Braganini cha ha anche redatto una serie di appunti di studio, consultabili nell’apposita Area download.

20 maggio 2012

 

Alle 4.04 del 20 maggio 2012, un terremoto di magnitudo 5.9 interessa i territori dell’area nord della Penisola italiana, causando sette vittime, di cui cinque per conseguenze dirette determinate dall’evento sismico e due per cause concomitanti.
Il terremoto interessa prevalentemente i comuni delle province di Modena e Ferrara e, in misura minore, quelli di Bologna e Mantova. In base alle registrazioni dell’Ingv – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, l'epicentro della scossa principale viene localizzato tra i comuni di Finale Emilia e San Felice sul Panaro in provincia di Modena, e Sermide in provincia di Mantova.
I Comuni interessati dall’evento sono classificati in zona 3 (bassa pericolosità), secondo la delibera del Consiglio Regionale dell’Emilia Romagna n. 1435 del 21 luglio 2003.
Dalle informazioni pervenute dal territorio, si apprende che gli edifici abitativi, in buona parte, risultano integri. Si registrano danni soprattutto agli edifici di culto, ai beni storico-culturali e ai capannoni industriali.
Considerata la rilevanza dell’evento, il Presidente del Consiglio dei Ministri emana la dichiarazione dell'eccezionale rischio di compromissione degli interessi primari, in base a quanto previsto dalla legge n. 286 del 27 dicembre 2002 e in previsione della successiva dichiarazione dello stato di emergenza.
Il 22 maggio il Consiglio dei Ministri delibera lo stato di emergenza per i territori delle province di Ferrara, Modena, Mantova e Bologna e ne fissa la durata a 60 giorni. Lo stato di emergenza è deliberato in base a quanto disposto dal decreto legge n. 59 del 30 aprile 2012 che modifica la legge n. 225 del 24 febbraio 1992, istitutiva del Servizio Nazionale.
Il coordinamento degli interventi è affidato al Capo del Dipartimento della Protezione Civile. Alla conclusione dello stato di emergenza il coordinamento è attribuito alle Regioni Emilia-Romagna e Lombardia, ciascuna per i territori di competenza.
Il 22 maggio 2012 il Capo Dipartimento della Protezione Civile Franco Gabrielli firma l’ordinanza che dispone i primi interventi urgenti di protezione civile per il soccorso, l’assistenza alla popolazione e gli interventi provvisionali strettamente necessari per le popolazioni colpite dal terremoto.

( Testo tratto dal sito ufficiale del dipartimento della Protezione Civile)

 

Conto corrente per aiutare le popolazioni mantovane colpite dal terremoto

La Provincia di Mantova ha istituito un conto corrente dedicato a sostegno delle popolazioni mantovane  colpite dal terremoto.

Chi volesse fare una donazione lo può fare aderendo all'iniziativa:  

 

"PROVINCIA DI MANTOVA PER IL TERREMOTO"

 

Presso:

BANCA POPOLARE DI SONDRIO

Succursale di Mantova

C.so Vittorio Emanuele II, 154

46100 Mantova (MN)

causale TERREMOTO

IBAN:

IT57 D 05696 11500 000016003X47

 

  

27/28/29 aprile 2012

Si è concluso con successo il primo campo interforze di Protezione Civile “RESCUE 2012”, organizzato dai Gruppi di Protezione Civile di “Terre di frontiera”, Mariano Comense, Cabiate, Cantù e dalla Croce Bianca di Mariano Comense.

Antincendio boschivo, rischio idrogeologico, ricerca persone disperse in superficie: questi i numerosi scenari con i quali i volontari, circa 70, hanno dovuto confrontarsi durante i tre giorni dell’esercitazione. Grazie all’intenso ed eccezionale lavoro dei volontari Ugo Falchi, di “Terre di frontiera”, e Antonio Delfante, di Mariano Comense; è stata ottenuta una valutazione più che positiva da parte di tutti i partecipanti e soprattutto dall’ente “Provincia di Como” che ha seguito da vicino lo svolgersi degli avvenimenti, inviando sul posto i D.O.S. provinciali che hanno fornito il loro supporto nelle fasi di coordinamento e nelle operazioni di spegnimento degli interventi A.I.B..


Ma non solo queste attività sono state svolte nel corso dell’esercitazione, bensì anche momenti didattici durante i quali sono state trattate le pratiche di comunicazioni radio in emergenza da parte dei volontari Falchi Matteo (IZ2URE), Mazza Manuel (IZ2UYR) e Merlo Paolo (IZ2UZS) del Gruppo di “Terre di frontiera”; e le manovre di primo soccorso e BLS da parte della Croce Bianca di Mariano Comense.

 


Si rimanda descrizione più approfondita nella sezione “P.C. Tdf sui media”.


Nella sezione “Multimedia” è possibile visionare alcuni momenti dell’esercitazione.

17 aprile 2012

In data 17/04/2012 due nostri Volontari, l’istruttore UCS (Unità Cinofile da Soccorso) Luca Saibene ed il Volontario Rigamonti Fermo hanno effettuato, in qualità di docenti, una lezione di Cartografia e uso del GPS nel Comune di Malnate.

Questa lezione è inserita nel corso base Volontari organizzato dalla provincia di Varese e rivolto a tutte le organizzazioni di Volontariato Varesine.

Nella presentazione della lezione, effettuata da un funzionario Provinciale, sono state sottolineate le altissime capacità tecnico / operative dei docenti, che con grande passione e spirito altruista hanno raggiunto grandi livelli di performance. La passione per l’attività volontaristica messa in campo dai nostri volontari ha fatto si che le conoscenze acquisite si ripercuotano nell’attività emergenziale, raggiungendo ottimi risultati.

Conseguentemente, nella fase di docenza, si è affrontata una  parte teorica di cartografia seguita da una parte improntata sull’aspetto pratico ed organizzativo durante la ricerca di persone disperse in superficie.   

Un particolare ringraziamento a Luca e Fermo per l’ottimo lavoro eseguito e che sia d’aiuto per altri volontari intenzionati a supportare il nostro gruppo cinofilo nell’atrtività di ricerca.

Per l'occasione è stato predisposto del materiale didattico sull'argomento, distribuito a tutti i discenti.

Materiale didattico: introduzione alla cartografia e uso GPS
Introduzione alla cartografia.pdf
Documento Adobe Acrobat 4.8 MB

12 aprile 2012

In data 12 aprile con  deliberazione n.59 del 12 aprile 2012  la Giunta Provinciale ha approvato lo schema di protocollo di collaborazione tra Provincia di Como e una o più Organizzazioni di Volontariato per la gestione coordinata di specifiche attività di Protezione Civile.


Delibera n.59 del 12.04.2012 - Giunta Provinciale di Como
Approvazione dello schema di protocollo di collaborazione tra Provincia di Como e una o più Organizzazioni di Volontariato per la gestione coordinata di specifiche attività di Protezione Civile.
Delibera n.59 del 12.04.2012 - Giunta Pr
Documento Adobe Acrobat 278.0 KB

01 aprile 2012

Si è conclusa con una esercitazione pratica, svoltasi nella giornata del 01/04/2012, l’esercitazione organizzata dal gruppo con tema “Cartografia e uso GPS”.

Questa esercitazione ha reso possibile l’istruzione sull’uso di carte topografiche e strumentazione GPS, utili ai volontari impegnati nella ricerca di persone disperse ed in supporto alle nostre unità cinofile.

La prima lezione si è svolta il 24 gennaio dove si è vista la partecipazione di 18 volontari di Terre di Frontiera e 8 volontari della protezione Civile di Vedano Olona.

Lo scopo di tale lezione è di aiutare il volontario nella lettura delle carte e del territorio dove si trova ad operare, anche con l’utilizzo dei dispositivi gps, renderlo capace di riconoscere e comunicare ad altri la propria posizione e la descrizione della zona in cui opera.

Successivamente, nella prova pratica del 04/04/2012, effettuata nell’area boschiva ricompresa tra Bizzarone ed Uggiate Trevano, si sono approfondite le nozioni teoriche andando a simulare una ricerca persone. La zona di ricerca è stata suddivisa in quattro settori e i volontari appiedati unitamente ai cinofili hanno potute eseguire una copertura completa dell’area di ricerca mediante l'uso di carta topografica e apparato gps.

Per la cronaca i due figuranti dispersi sono stati ritrovati. In questa prova pratica hanno partecipato 16 volontari di Terre di Frontiera, 10 di Vedano Olona, 3 di Erba ed uno di Cogliate.

In tale occasione si sono concretizzate le procedure standard in caso di vera emergenza di ricerca, dalla chiamata all’istituzione del COM, dall’assegnazione dell’area di ricerca, con la distribuzione di carte topografiche, alla verifica dell’area battuta.

 

Di seguito si potranno scaricare le mappe di ricerca con la traccia rilasciata dai cinofili durante la battuta dell’area.


Si informa inoltre che nella sezione "Area download - Appunti" sono disponibili gli "Appunti di cartografia e uso di GPS" realizzati dal Volontario Rigamonti Fermo.

 

Nella sezione "Multimedia" è possibile visionare alcuni momenti di istruzione e dell'esercitazione pratica.

 

10 febbraio 2012

Tutti gli anni il gruppo cinofilo da della Protezione Civile dell'Unione dei Comuni Lombarda Terre di Frontiera e di Vedano Olona organizza corsi di ubbidienza e socializzazione aperto ai cittadini intenzionati a conoscere e gestire meglio il proprio cane.

Il corso inizia venerdì 27 Aprile alle ore 21.00 presso il campo sportivo di via Volta 42 a Vedano Olona, sede della Protezione Civile Comunale.

Nella prima serata verrà presentata ai partecipanti la struttura del corso e verrà fatta una prima verifica cane / conduttore in modo da poter dividere i discenti in vari gruppi di lavoro.

Il responsabile del corso è l'istruttore UCIS (unità cinofila italiana da soccorso) Luca Saibene che imposterà il lavoro per ogni singolo cane, supportato da altri cinofili della apparteneti alla protezione Civile.

Il corso si svolgerà tutti venerdì sera alle ore 21:00 con qualunque condizione atmosferica, per un totale di 8 incontri.

In caso di mal tempo verranno fatte lezioni teoriche.

Il corso ha un costo di iscrizione pari a 85 Euro piu' 15 Euro per il rilascio del patentino Cae-1

Il test finale di controllo “dell'affidabilità e dell'equilibrio psichico per cani e padroni / buoni cittadini” verrà eseguito il 30 giugno, in quell'occasione verrà rilasciato il patentino Cae-1

Per maggiori informazioni ed iscrizioni potete contattare i numeri 340/8461584 - 333/9109236   (ore serali).

Il termine delle iscrizioni è fissato venerdì 27 aprile.

 

ALCUNE INFORMAZIONI SULLA CERTIFICAZIONE CAE-1 CANE BUON CITTADINO

L'addestramento base è un mezzo utile, forse necessario, per garantire una piacevole convivenza tra il cane, il proprio gruppo famigliare e la società umana in cui viene l’animale viene quotidianamente inserito. Elemento importante che influisce sul comportamento di ogni cane è l’istinto e la conservazione della specie, inoltre, nel contesto urbano gioca a sfavore del cane la mancata capacità di distinguere razionalmente le azioni giuste da quelle sbagliate. Le regole di comportamento dell’uomo non sono naturalmente condivise dal cane, capace però, di atteggiamenti spontanei come per esempio sedersi, sdraiarsi, stare in silenzio, etc.

L’impegno e la professionalità di un buon istruttore cinofilo vengono quindi usati per far comprendere al cane (e al suo conduttore) in quali situazioni è bene favorire certi comportamenti e in quali, invece, è necessario scoraggiarne altri.

Il CAE-1 è una prova ideata dall'ENCI Ente Nazionale Cinofilia Italiana come certificazione della buona gestione e di un rapporto equilibrato tra il cane e il suo conduttore all’interno del contesto urbano. Questo test, apparentemente semplice, verifica e giudica il controllo, l’equilibrio psichico e l’affidabilità del cane, a prescindere dall’età e dalla razza dello stesso. L’obiettivo è certificare soggetti socialmente affidabili e che non presentino problematiche legate al comportamento nelle relazioni di vita quotidiana.

L’esercizio svolto dal binomio cane-padrone e dall’istruttore durante la preparazione al brevetto dovrebbe essere eseguito quotidianamente, come una bella abitudine. Solo la costanza nell’allenamento porta a risultati concreti, senza comunque limitare la libertà del cane o forzarne l’addestramento con attività saltuarie e troppo intense.

Volantino di presentazione.
Volantino.pdf
Documento Adobe Acrobat 219.0 KB
Scheda di progetto.
Scheda di progetto.pdf
Documento Adobe Acrobat 27.0 KB

Per spiegare meglio e per vedere gli esercizi da effettuare per il rilascio del patentino  Enci  cae1 cliccare il link:

http://www.youtube.com/watch?v=LJPqrs6KEYM&feature=related

 

dalla News del 24 febbraio 2012:

Si comunica che sono state pubblicate le statistiche inerenti la partecipazione e il "Customer Satisfaction" relative al "Seminario monografico: Competenze viabilistiche e Guida mezzi di soccorso per volontari di Protezione Civile e Soccorso Sanitario" tenutosi in data 24.02.2012 presso l'auditorium di Faloppio.

 

Questi dati sono consultabili nella sezione "Statistiche" della pagina "News".

   

Si informa inoltre che nella sezione "Area download - Appunti" sono disponibili gli "Appunti di studio" redatti dalla volontaria Bragagnini Alessandra.

 

Per scaricare il " Materiale didattico" relativo al Seminario Monografico: "Competenze viabilistiche e Guida mezzi di soccorso per volontari di Protezione Civile e Soccorso Sanitario" svoltosi in data 24.02.2012 è sufficiente andare nella sezione " Area download", paragrafo "Comunicati".

 

A tutti i partecipanti, gruppi ed associazioni, verrà inviato, tramite posta ordinaria all'indirizzo del Comune di appartenenza, l'attestato di partecipazione all'incontro formativo.

 

Per la riuscita dell'evento si porge un grande ringraziamento all'Amico Mario Modica, che con grande competenza e professionalità ha fornito indicazioni utili al proseguio dell'attività volontaristica di Protezione Civile.

 

Il Comandante Modica si è reso disponibile ad altre richieste/informazioni da inoltrare direttamente a mezzo mail all'indirizzo: str.6@mandellolario.it


Nella sezione "Multimedia" è possibile visionare alcuni momenti dell'incontro formativo.


9 marzo 2012

Nuovo intervento AIB per i volontari della Protezione Civile "Terre di frontiera"; alle ore 16:45 circa giungeva l'allerta telefonica, da parte della Provincia di Como, segnalando che era in fiamme un appezzamento di sottobosco in Ronago Via Roncacco (area adiacente la caserma della Guardia di Finanza).

Prontamente sul posto si recavano due squadre AIB che, in supporto ai Vigili del Fuoco già presenti, riuscivano a domare le fiamme.

I volontari, una volta estinto l'incendio, provvedevano ad effettuare un'attenta bonifica dell'area, terminando le operazione alle 18:30 circa.

L'incendio ha interessato cira 6000 mq. di area verde ed è divampato a poche centinaia di metri dal luogo dello scorso intervento AIB (vedi news del 01/03/2012).

 

Vigili del Fuoco all'opera
Vigili del Fuoco all'opera

01 marzo 2012

In data 01/03/2012 due squadre di questa protezione Civile sono state impegnate nello spegnimento di un incendio sterpaglie in Ronago Via Selvamara.

Ad accorgersene una pattuglia della Polizia Locale di Terre di frontiera che, notato l'intenso fumo ed il propagarsi del fronte fuoco, ha subito allertato le squadre della Protezione Civile; alle ore 12:00 circa, il primo intervento delle squadre AIB.

In supporto sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Como e, a sueguito di comunicazione alla Provincia di Como, una squadre AIB del Gesc di Montano Lucino e  una della Protezione Civile Comunale di Parè. In posto anche il Coordinatore Provinciale AIB del servizio di Protezione Civile.

In tutto erano presenti cinque mezzi della Protezione Civile, di cui  quattro con moduli AIB e un'autopompa dei Vigili del Fuoco.

In totale i volontari intervenuti sono stati nove.

Alle 13:45 circa l'emergenza era conclusa, constatando che erano andati in "fumo" circa 7000 mq di area vegetativa.


Un momento dell'intervento
Un momento dell'intervento

28 febbraio 2012


Il sito internet della Protezione Civile "Terre di frontiera" raggiunge 1000 visitatori.

Dal mese di Ottobre 2011 ad oggi, mille sono stati i visitatori che hanno visionato il sito internet della nostra Protezione Civile;

Il risultato ottenuto presuppone che questo strumento di divulgazione sia considerato quasi indispensabile per l'andamento del gruppo e per tutti i cittadini che si appoggiano a questa piattaforma per trarne informazioni o notizie.

Per la creazione ed il continuo aggiornamento si ringrazia il Volontario Matteo Falchi.

Grafico visualizzazioni sito
Statistiche.pdf
Documento Adobe Acrobat 99.6 KB

25 febbraio 2012

L’unità Cinofila da Soccorso della Protezione Civile dell’Unione di comuni lombarda "Terre di frontiera" e di Vedano Olona, sabato 25 febbraio, ha affrontato con successo gli esami operativi per cani da soccorso; hanno superato la prova Enci per la ricerca di persone disperse in superficie i seguenti cinofili: Massimo Manzato con Ben, Ghielmi Fabio con Uska, Villa Davide con Leo e Sinopoli Fortunato con Rasti.


La prova di abilitazione ad operare comporta una prova di gestione del cane per la ricerca di dispersi in zone pianeggianti e boscate in aggiunta ad una approfondita conoscenza degli strumenti tecnici che sono indispensabili per la conduzione dell’attività di ricerca (saper leggere le cartine, saper usare il GPS), in seguito una prova di esercizi svolti in palestra.


"La nostra vita a “sei zampe”, comporta una continua formazione, i nostri addestramenti non finiscono mai, dobbiamo essere sempre pronti, attivi, efficaci, e questo esame segna un traguardo ed una partenza, una conferma per tutti i componenti del gruppo che si potenzia di nuova energia" - le dichiarazioni dell’istruttore Luca Saibene che segue il settore cinofili con professionalità, attento alle esigenze dei cani e stimola le potenzialità dei conduttori affinché possano essere una Unità cinofila completa.

24 febbraio 2012

Un grande successo per l'iniziativa formativa "Seminario monografico: Competenze viabilistiche e Guida mezzi di soccorso per volontari di Protezione Civile e Soccorso Sanitario" organizzata dal Gruppo e svoltasi all'auditorium di Faloppio il 24.02.2012.

 

Presto saranno pubblicati i numeri statistici dei partecipanti e un grafico esplicativo dei customer satisfaction compilati dai partecipanti.

 

Un momento del seminario
Un momento del seminario
Volantino di presentazione del seminario
VOLANTINO.pdf
Documento Adobe Acrobat 6.7 MB

Sito istituzionale

Unione di comuni lombarda

"Terre di frontiera"

Numero Verde Protezione Civile

Regione Lombardia

Numero Unico di Emergenza

UCS Vedano Olona -

Terre di frontiera